Agenda Talk e Workshop

09:30

09:30 - 09:50
Saluto ufficiale di benvenuto — Paolo Atzeni (Aula N10)
Alle 09.30 si terrà il discorso di benvenuto all'evento con il saluto del Direttore di Dipartimento, il professor Atzeni. Verranno anche presentati gli organizzatori, quindi LUG Roma Tre, Roma2LUG e GDG Lazio-Abruzzo.

10:00

10:00 - 10:45
L'insostenibile leggerezza: estensioni della shell Bash — Roberto Reale (Aula N10)
L’intervento presenta anzitutto una panoramica delle librerie di estensione per (e in) Bash, sotto entrambi gli aspetti tecnico e storico. Si farà cenno alle caratteristiche intrinseche del linguaggio che rendono ardua la costruzione di un sistema organico e universale di librerie. Si presenterà infine un “working example”, la libreria “bashlets”, che adotta un approccio pienamente modulare ed estensibile.
10:00 - 11:45
(In)secure coding: stack overflow explained — Giulio Picierro (Aula N5)
Uno dei grandi classici nel panorama delle vulnerabilità software. In questo talk verrà illustrato che cosa è un buffer overflow in una sua specifica incarnazione, ovvero lo stack overflow. Si richiamerà la sintassi base dell'assembly Intel x86 e la relativa convenzione di chiamata a funzione. Si mostrerà un esempio di codice vulnerabile a stack overflow e, rilassando alcuni vincoli, si proverà a sfruttare lo stesso per eseguire codice arbitrario su un'istanza di Ubuntu 14.04 LTS 32 bit.
10:00 - 10:45
UbuntuStudio, un approccio (molto) pratico — Emanuele Savo (Aula N3)
In questo talk si vedrà all'opera la distribuzione GNU/Linux dedicata alla produzione multimediale: i ragazzi del Roma2LUG creeranno in diretta un beat hip-hop utilizzando esclusivamente software libero!
10:00 - 13:00
Mobile — GDG Roma Lab (Aula N11)
Non solo Android ma soprattutto non solo Smartphone.
Che approccio e che tecniche utilizzare per creare una semplice app in Android ed iOS.
Android TV: che cosa è, come orientarsi, cosa è possibile fare.
Dispositivi e Piattaforme diverse: come sarà il futuro di un developer mobile e quali sono le opportunità più interessanti.
I nostri programmi di Studio....
10:00 - 13:00
Big Data — GDG Roma Lab (Aula N4)
Cosa significa Data Science? Perchè ha tanto successo in questo periodo e come mai tutte le aziende innovative cercano esperti in Analisi di grandi quantità di Dati?
Specialisti che lavorano nel campo illustrano le tecniche principali e le abilità non tipicamente informatiche da sviluppare.
L'evoluzione da Map Reduce ad Apache Spark ed ai principali Servizi, tra i quali Big Query di Google.
Codelab con Databricks e le migliori risorse per imparare.
10:00 - 12:45
CoderDojo — (Aula Laboratorio)
I CoderDojo sono club gratuiti, orientati all'insegnamento della programmazione informatica ai più piccoli. CoderDojo è un movimento aperto, libero e totalmente gratuito, organizzato in centinaia di club indipendenti sparsi in tutto il mondo. Ogni Dojo organizza le proprie attività senza scopo di lucro, rispettando le indicazioni della Charter internazionale stilata dalla Fondazione Internazionale CoderDojo (per informazioni: http://www.coderdojo.com). Le attività di formazione dei club ruotano intorno al gioco, lo scambio reciproco ed il peer learning, secondo l’unica regola fondamentale di ogni dojo: Above all, Be Cool...
Durante l'evento 30 bambini dagli 8 ai 13 anni impareranno a programmare giocando insieme. Per le iscrizioni http://welcomespqr.eventbrite.it
Maggiori Info: http://www.coderdojospqr.it

11:00

11:00 - 11:45
AI nei social network — Gasparetti, Sansonetti, Feltoni (Aula N10)
I social network come Facebook iniziano ad utilizzare l’intelligenza artificiale per non far uscire le persone dalla piattaforma. Tramite l'analisi del sentiment, l'opinion mining e anche altre tecniche di elaborazione, si può analizzare ed estrarre informazioni dei vari utenti nei social networks, per trarre numerosi vantaggi.
11:00 - 11:45
Information Overload: possibili soluzioni attraverso la gestione dei FEED RSS & ATOM in ambiente Linux — Simonluca Dettori (Aula N3)
L’utilizzo di aggregatori di notizie come Liferea e OWLRss sono una possibile soluzione per una gestione razionale delle informazioni e il superamento dei problemi di Information Overload tipici dell’eccesso informativo.
Nel corso del talk, partendo dal concetto di RSS e dai suoi diversi utilizzi in rapporto al tipo di informazione veicolata, verrà esaminato di l’utilizzo di alcuni aggregatori online gratutiti quali interfaccia, anche attraverso semplici “ricette” IFTTT, all’utilizzo offline di Liferea o OWLRss.
Dopo aver preso in esame alcune specifiche funzionalità dei due software ne verranno evidenziati i PROS e CONS di utilizzo.

12:00

12:00 - 12:45
White Rabbit, la sincro del tempo — Alessandro Rubini (Aula N10)
White Rabbit: introduzione al meccanismo di sincronizzazione temporale nell'ambito del progetto White Rabbit, un progetto software/hardware che raggiunge allinemanti entro 50 picosecondi tra due schede di acquisizione, ed entro il nanosecondo tra migliaia di schede distribuite entro qualche decina di chilometri. White Rabbit e tutti i suoi componenti sono disponibili su http://ohwr.org.
12:00 - 12:45
Penetration Testing con Python - Come scrivere i propri strumenti - Sniffer HTTP — Simone Onofri (Aula N5)
Una nota massima dice che "se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco", il "fare", come lo scrivere codice e non usare strumenti già pronti è la chiave per essere un buon Penetration Tester. Non è un caso che Chris Miller dice che "la differenza stra uno script kiddies e i professionisti è la mera differenza tra chi usa strumenti di altri o i propri" Ovviamente questo presuppone una profonda conoscenza di quello che si sta facendo - una tecnica di attacco particolare, i protocolli utilizzati, dei sistemi, delle aplicazioni e così via. Quindi scrivere i propri strumenti è un modo di imparare realmente quello che accade sotto al "motore" di altri strumenti e come funzionano gli attacchi. Durante il talk vedremo in particolare i raw socket su linux e come scrivere uno sniffer.
12:15 - 14:15
Certificazione Linux, prima sessione d'esame — (Aula N3)

14:00

14:00 - 15:45
Two Hour Operating System: writing an OS from scratch — Alessandro Rubini (Aula N10)
Scrittura live di un sistema operativo da zero, in appena due ore. I partecipanti avranno la possibilità, disponendo di un loro sistema Unix, di scrivere da zero il proprio sistema operativo.
14:00 - 14:45
Nuovi metodi per distribuire software su Linux — Elvis Angelaccio (Aula N5)
Negli ultimi mesi stanno emergendo nuove soluzioni per risolvere uno dei principali problemi del desktop Linux: come eliminare la frammentazione causata dagli innumerevoli package manager? Questo talk offre una panoramica su alcune di queste tecnologie, in particolare: AppImage, Flatpak e Snappy. Il talk è indirizzato sia a sviluppatori che vogliono distribuire le loro applicazioni su Linux, sia ad utenti che vogliono installare applicazioni non disponibili nei repository delle proprie distribuzioni Linux.
14:00 - 17:00
Angular 2 — GDG Roma Lab (Aula N11)
il Web avanza ed incontra il mobile su ogni piattaforma: Angular 2 è un framework Javascript molto potente per creare applicazioni web desktop e mobile La nuova versione è più semplice da utilizzare ma obbliga a scelte preventive importanti (non solo il vecchio javascript). Che vantaggi? Quali strategie architetturali e di approfondimento?
Codelab sulla parte Web e Mobile ed avvio del Corso di Formazione con Mini Progetto reale.
14:00 - 17:00
Machine Learning — GDG Roma Lab (Aula N4)
Introduzione pratica al Machine Learning in Python con scikit-learn.
Perchè Google (e moltissime altre aziende di successo) utilizzano il ML in praticamente tutti i loro sistemi applicativi. I campi di applicazione ed i diversi utilizzi.
Tre casi d'uso realistici relativi alla classificazione, al clustering, ed al recommending.
14:00 - 17:00
DevOps — GDG Roma Lab (Aula N12)
Developer di Sistemi capaci di automatizzare l'integrazione tra ambienti diversi e distribuiti, in particolare per il Cloud.
Virtualizzazione leggera con Docker e le tecniche per creare e scalare container, immagini, per creare pipeline e per ottenere un processo snello, veloce e automatico.
Organizzazione e concertazione di Sistemi con Google Kubernetes.
14:00 - 15:45
Time series databases per il monitoraggio di dispositivi IoT distribuiti — Francesco Uliana (Aula Laboratorio)
Nel workshop viene mostrato come realizzare un'applicazione Internet of things basata su software open source (InfluxDB, Telegraf, Grafana). Verra' utilizzato un Raspberry pi come supporto per storicizzare e visualizzare le rilevazioni dei sensori trasmesse da un insieme di dispositivi hardware a basso costo.

15:00

15:00 - 15:45
15 anni (e oltre) di Wikipedia: come funziona il mondo wiki? — Luca Martinelli (Aula N5)
15 anni fa, iniziava il percorso dell'enciclopedia libera Wikipedia. Con gli anni, il numero e la qualità delle voci sono cresciute, altri progetti liberi si sono aggiunti, ma soprattutto il mondo wiki ha iniziato a parlare a musei, biblioteche, archivi e scuole - e gli sforzi iniziano a essere ricambiati. Ma come funziona davvero il mondo dei progetti Wikimedia? È un mondo che riuscirà a rimanere sostenibile anche per i prossimi anni a venire?
15:00 - 17:00
Certificazione Linux, seconda sessione d'esame — (Aula N3)

16:00

16:00 - 16:45
Perf: un bisturi per l'analisi delle prestazioni del sistema — Alessandro Selli (Aula N10)
Il comando perf, che accompagna ogni versione del kernel a cura degli stessi sviluppatori, è un coltellino svizzero in quanto a versatilità e completezza e un bisturi in quanto a precisione, impegno e delicatezza richiesta nel suo uso. La presentazione espone le sue principali funzioni di raccolta e analisi dati di vario tipo relative al comportamento di un sistema GNU/Linux sollecitato in più maniere, più un esempio concreto del suo uso per stanare uno script reo di appropriazione indebita di risorse di sistema.
16:00 - 16:45
Let's Wiki: universo Wiki e OpenStreetMap — Camelia Boban (Aula N5)
Universo wiki e OpenStreetMap: non solo contenuti, ma anche templates, tools e estensioni. Statistiche, metriche e grafici. SPARQL e SQL Optimizer. Mappe.